La compagnia teatrale Il Dirigibile torna a scuola

Compagnia OltreBanco OracoliPazienti-attori del Centro Diurno Psichiatrico del Dipartimento Salute Mentale di Forlì e studenti del liceo scientifico statale Enzo Ferrari di Cesenatico, insieme sul palcoscenico. Venerdì 14 ottobre si replica la serata del recente 8 giugno: questa volta in mattinata, ore 10.30, con ingresso libero. La “Compagnia dell’Oltrebanco” – nata dall’incontro fra “Il Dirigibile” e ragazzi e ragazze del liceo – presenterà lo spettacolo Oracoli al Teatro Comunale di Cesenatico.

Lo spettacolo

Frutto del laboratorio teatrale che ha coinvolto, durante l’anno scolastico 2015/2016,  un gruppo di studenti del liceo Ferrari e gli attori de “Il Dirigibile”,  “Oracoli” tenta di creare – attraverso frammenti narrativi e suggestioni surreali – una rete di relazioni tra la dimensione privata, soggettiva e individuale con quella pubblica, oggettiva, collettiva e perfino universale. Una rete come trama di un’improbabile comunicazione tra le nostre origini, il presente che viviamo e quel che potrebbe essere il futuro.

Ad ascoltare e ad accogliere queste istanze individuali sono tre insolite Donne-Oracolo, che non temono di  ribaltare le questioni a loro rivolte, spiazzando il punto di vista comune. Una lucida saggezza concede loro di vedere oltre il desiderio individuale, oltre le circostanze e le aspettative soggettive. Le loro risposte sibilline  azzardano visioni profetiche e denunciano inadeguatezze, contraddizioni e ingiustizie.

Il progetto

L’iniziativa, resa possibile grazie a Consulta Comunale Volontariato di Cesenatico, NIO di Cesenatico (sportello Ass.I.Pro.V.), Patrocinio del Comune di Cesenatico, Coop. Alleanza, e al Liceo Scientifico statale Enzo Ferrari di Cesenatico, rientra nell’ambito della 5° edizione del progetto Un palcoscenico per tutti, promosso dal DSM-DP diretto dal dott. Claudio Ravani, in collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì.

Il percorso ha come obiettivo principale la valorizzazione delle attività di produzione artistica relative alla salute mentale e parte dall’esperienza che il Centro Diurno Psichiatrico (U.O. Psichiatria) coordinato dalla dr.ssa Paola Longhi compie da anni, in collaborazione con gli Istituti Scolastici Superiori del territorio.

Il teatro diventa uno strumento di contrasto all’emarginazione sociale e un’occasione per promuovere una migliore qualità della vita dei pazienti. Nel contempo, i giovani studenti vengono sensibilizzati su un tema sociale rilevante, contribuendo allo sviluppo di una cultura dell’integrazione e dell’emancipazione delle varie “diversità”.

Per l’alto interesse educativo e formativo che il percorso riveste, da anni è inserito tra i progetti di “Educazione alla salute a scuola” promossi dal Dipartimento di Sanità Pubblica della AUSL.