Bancarelle dell’Avvento 2016

Bancarelle dell’Avvento 2016
(8, 10 e 11 dic.)

Bancarelle dell'avvento 2016Quest’anno saranno 12 le Associazioni che daranno vita al consueto appuntamento delle Bancarelle dell’Avvento, organizzato dalla Consulta comunale per il Volontariato di Cesenatico in seno al calendario delle iniziative natalizie promosse dall’Amministrazione comunale. L’allestimento è patrocinato dal Comune di Cesenatico e, attraverso lo stesso Comune, ha ricevuto un contributo dall’Unione Rubicone e Mare per l’acquisto di 15 gazebo. La promozione è sostenuta dal Centro Servizi provinciale per il Volontariato di Ass.I.Pro.V. Anche le Bancarelle dell’Avvento, come tutte le attività della Consulta del Volontariato, sono sostenute da Coop. Alleanza 3.0.
Le Associazioni coinvolte sono: C.R.I., CARITAS C.D.A., CARITAS Santa Maria Goretti, CARITAS Bagnarola, Fondazione La nuova famiglia, Piccolo mondo, Piccoli Passi, Amici della C.C.I.L.S., A.I.L., A.N.G.L.A.D., A.I.S.M., L’Albero della vita.

Lungo il Porto Canale, nel tratto compreso tra il bar “del Corso” e p.za Ciceruacchio, verranno allestite le Bancarelle dell’Avvento presso le quali si potrà contribuire alla raccolta di fondi con l’acquisto di prodotti culinari, articoli natalizi, oggettistica, prodotti del commercio equo solidale e quant’altro creato e messo a disposizione dai volontari delle Associazioni stesse. Presso le bancarelle sarà inoltre reperibile materiale informativo sull’operato, sui progetti futuri e sulle finalità sociali di ogni singola Associazione e sulle progettualità in rete.
La manifestazione infatti, oltre a offrire la possibilità ai volontari di raccogliere fondi, si prefigge come scopo primario quello di migliorare la visibilità delle diverse e molteplici realtà non-profit del territorio, oltre che a sensibilizzare l’opinione pubblica su problematiche che purtroppo emergono e crescono sempre di più nel nostro paese.
Quindi un momento di riflessione rivolto alla città perché la solidarietà non può e non deve essere esclusivamente un compito relegato ai volontari, ma deve essere condivisa e sostenuta da ciascuno.
Un appuntamento, consolidato negli anni, che rappresenta anche uno dei momenti di lavoro comune di tutte le Associazioni di Volontariato del territorio.