Roberto Mercadini – Rapsodie romagnole

Rapsodie romagnole
strane storie di questa terra

Corte Museo della Marineria di Cesenatico, 21 agosto 2016 ore 21.00

Spettacolo organizzato dalla Consulta per il Volontariato, patrocinato dal Comune di Cesenatico, sostenuto da Coop. Alleanza in favore dell’Associazione Piccoli Passi a sostegno della comunità educativa per minori Terraferma (Coop. La Vela di Cesenatico).

“Rapsodie romagnole” è “un caleidoscopio di storie e personaggi che partono dalla terra di Romagna, o che alla Romagna arrivano (compiendo, spesso, percorsi assai tortuosi)” come ci racconta Roberto Mercadini che continua così: “Sant’Antonio da Padova (che non si chiamava Antonio e che non veniva da Padova); Guido da Montefeltro, che mise sotto assedio i suoi stessi assediatori; poi la cantante Marietta Alboni, che Whitman definì «sorella dei più alti dèi» e qualcun altro «un elefante che si è ingoiato un usignolo»; il folle, meraviglioso Olindo Guerrini, che difese un personaggio di fantasia in un tribunale vero. E molti altri ancora”.

Entrata a offerta libera. In caso di maltempo lo spettacolo avrà luogo sotto una tensostruttura adiacente.

Concerti all’alba 2015

Per il dodicesimo anno consecutivo continua la proficua collaborazione tra Consulta comunale per il Volontariato e Ufficio Cultura di Cesenatico, per la gestione della diciottesima edizione dei Concerti all’alba.

Oltre alla Consulta, quest’estate, saranno impegnate 6 Associazioni di Volontariato del territorio durante i 4 “risvegli in musica”: AVIS, ANGLAD, Ass. Piccolo Mondo, Ass. Caos Calmo, Amnesty Internationale e Caritas Bagnarola.

Le Associazioni collaborano principalmente alla promozione dell’evento e, a fine concerto, alla somministrazione delle colazioni, oltre ad avere opportunità di raccolta fondi, promozione ed un rimborso spesa per l’impegno ed il lavoro svolti.

L’opportunità offerta al Volontariato dall’Ufficio Cultura non solo permette di finanziare progetti associativi rivolti a situazioni di bisogno locale ed internazionale, ma offre la possibilità di promuovere operato e finalità delle Associazioni anche durante le mattinate musicali, rappresentando uno degli oramai numerosi momenti collaborativi con l’Amministrazione comunale.

Tende al mare 2014 – vendita all’asta per beneficenza

Tende al mare 2014 – vendita all’asta per beneficenza

asta tende al mare_webLe coloratissime tende al mare con i pesci di Gek Tessaro saranno esposte al Museo della Marineria nei due week end del 29/30 novembre e del 7-8 dicembre per essere poi vendute all’asta con destinazione del ricavato in beneficenza.

Tutti ancora se le ricordano, le tende al mare dell’estate scorsa: coloratissimi pesci e anche una grande balena che occupava ben sei tende, frutto della fantasia di Gek Tessaro, artista poliedrico che si è trovato particolarmente a suo agio nel partecipare ad una rassegna vivace e sopra le righe come sono le “tende al mare”. In questo caso poi, oltre a Gek che ha fornito i bozzetti, sono stati fondamentali gli ospiti dei tre centri attivi nel campo del sociale che hanno curato la materiale realizzazione delle tende, e cioè la Fondazione Nuova Famiglia di Cesenatico, il centro diurno “Don Oreste Benzi” di San Tomaso di Cesena, l’Associazione Michelangelo di Cesena, ottimamente supportati dai loro operatori.

La formula delle “tende al mare”, consolidata in diciassette edizioni, prevede che dopo l’esposizione estiva si provveda alla vendita all’asta delle tende, destinando il ricavato in beneficenza; e quest’anno, considerato che le tende sono state appunto realizzate da tre realtà molto note e attive nel campo del sociale, è sembrato naturale che fossero proprio loro a beneficiare dei risultati dell’asta. Le somme raccolte saranno così suddivise in parti uguali tra i tre centri sopra ricordati, e cioè la Fondazione Nuova Famiglia di Cesenatico, il centro diurno “Don Oreste Benzi” di San Tomaso di Cesena, l’Associazione Michelangelo di Cesena.

 

Le tende saranno così esposte, debitamente numerate, al Museo della Marineria di Cesenatico nelle giornate del 29 e 30 dicembre (chi verrà in quest’ultima data potrà anche assistere alla inaugurazione del Presepe della Marineria), e poi ancora del 6 e del 7 dicembre, con il consueto orario di apertura dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. In queste giornate sarà possibile lasciare la propria offerta d’acquisto in busta chiusa, a partire da una base d’asta di € 600 (seicento). Anche nella giornata festiva di lunedì 8 dicembre sarà possibile visionare ancora le tende e formulare delle offerte, ma solo sino alle ore 16:30, quando si procederà all’apertura delle buste per l’aggiudicazione, oppure – nel caso di offerte uguali – agli eventuali rilanci, con un minimo di € 50. Il tutto accompagnato da un brindisi in compagnia delle tende nello spazio insolito ma suggestivo del padiglione del museo.

Le operazioni di vendita e raccolta del ricavato saranno svolte dalla Consulta del Volontariato di Cesenatico, partner storica delle “tende al mare”, che nelle giornate del 7 e 8 dicembre organizzerà anche, nel tendone del cortile del Museo Marineria, il tradizionale “Mercatino dell’Avvento”. All’interno del tendone saranno anche visibili, in quelle giornate, le sei tende che formano l’unico disegno della grande balena, che resteranno escluse dalla vendita all’asta perché destinate ad essere esposte nella nuova scuola di Villamarina.

Una occasione unica, quindi, per gli ormai numerosi collezionisti di tende al mare, e per tutti coloro che sono alla ricerca di un’opera d’arte prestigiosa e originale per la propria casa o anche – viste le dimensioni “importanti” delle tende – per il proprio locale, show-room, o esercizio commerciale.

Le Tende al Mare sono una iniziativa organizzata dal Servizio Beni Culturali del Comune di Cesenatico insieme alla Cooperativa Esercenti Stabilimenti Balneari e all’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna e la Consulta del Volontariato di Cesenatico; le, iniziative del Museo della Marineria si svolgono con la collaborazione di Gesturist Cesenatico S.p.A.

Scarica la locandina:
asta tende gek tessaro_manifesto

Libro Concerti all’Alba

Quest’anno ricorre il ventennale della Consulta comunale per il Volontariato di Cesenatico (1993-2013) e il decennale della collaborazione ai suggestivi Risvegli in musica. Dal 2004, infatti, continua la proficua collaborazione tra la Consulta e il Comune di Cesenatico, per la gestione dei Concerti all’alba.

 

Data

Spiaggia libera

Sab. 6 luglio

Levante, spiaggia libera adiacente molo

Dom. 14 luglio

Zadina, spiaggia libera adiacente canale

Dom. 21 luglio

Ponente, spiaggia libera adiacente congrega velisti (via Cavour)

Dom. 28 luglio Valverde, Spiaggia delle Tamerici/Valverde – Bagni Maeba/Eden
Dom. 4 agosto

Diamanti, zona Boschetto

Gio. 15 agosto

Levante, spiaggia libera adiacente molo

 

Libro-Concerti-all'Alba_smallSolitamente, per ogni edizione, sono impegnate 5/7 Associazioni di Volontariato del territorio che collaborano, principalmente, alla promozione dell’evento e, a fine concerto, alla somministrazione delle colazioni. Per il Terzo Settore locale quest’iniziativa rappresenta sia una buona occasione di raccolta fondi, sia un’opportunità di promozione delle attività e della progettazione sociale. L’opportunità offerta al Volontariato locale, per il tramite di questa Consulta, non solo permette di finanziare progetti associativi rivolti a situazioni di bisogno locale e, a volte, extraterritoriale (perfino internazionale), ma, nel contempo, offre la possibilità di promuovere operato e finalità delle Ass. cesenaticensi, rappresentando uno degli oramai numerosi momenti collaborativi con l’Amministrazione comunale.

Per una breve panoramica della destinazione dei fondi raccolti negli anni:

I fondi raccolti nel 2004 sono stati interamente donati al Comune keniano di Malindi che aveva fatto un’esplicita richiesta di aiuto per l’attivazione di un ospedale del territorio.

Le offerte raccolte invece durante l’edizione del 2005 sono stati devolute al finanziamento di 2 progetti, proposti dalle Ass. Amani e Parti con noi, entrambi indirizzati all’acquisto di materiale medico-chirurgico da inviare a campi operanti in Africa.

Nel 2006 i fondi hanno permesso di finanziare una parte di progetti promossi da Emergency e Diabete e prevenzione Romagna e di contribuire all’allestimento dei nuovi locali della Consulta.

Nel 2007 si è deciso di finanziare la costruzione del sito Internet della Consulta (www.consultavolontariato.org) con l’obiettivo di creare un’interfaccia che faciliti la visibilità della Consulta e delle Ass. a essa aderenti, oltre che delle iniziative comuni.

Nel 2008 i proventi dell’iniziativa sono stati utilizzati per finanziare 2 progetti dell’associazionismo locale e precisamente le Ass. Piccolo mondo e Onda del porto rispettivamente per provvedere al sostentamento di 10 orfani bielorussi nella struttura n. 5 di Minsk e ampliare il materiale della biblio-videoteca della legalità Don Peppino Diana (c/o Biblioteca comunale Marino Moretti).

Nel 2009 i fondi sono rimasti nelle casse della Consulta perché nessuna Ass. ha avanzato progetti da sostenere e sono stati, in seguito, impiegati, oltre che per le spese dei locali (pulizie e manutenzione), per animare e migliorare le iniziative natalizie a favore di tutte le Ass. (Mercatino dell’Avvento, spettacoli teatrali, ecc.).

Nel 2010 i fondi raccolti sono stati destinati a progetti specifici della Consulta stessa e delle Ass. Piccolo mondo e Onda del porto.

Nel 2011 le Ass. aderenti hanno deciso di donare i ricavati alla Consulta visti i tagli del C.S.V. competente, che ne compromettevano il funzionamento.

Nel 2012 è stato deciso un ulteriore sostegno alla Consulta oltre a utilizzare parte dei ricavati a favore di un progetto dell’A.N.G.L.A.D.

 

Siamo lieti ci venga offerta l’occasione per ringraziare l’Amministrazione comunale per questa consolidata e proficua collaborazione e Fabio Panzavolta per averci regalato una preziosa testimonianza fotografica della storia dei Risvegli in musica di Cesenatico. A Fabio va un ulteriore ringraziamento per la ricaduta sociale del suo progetto!

 

 

Il Presidente, Roberto Lucchi
Il Segretario, Herbert Poletti

 

Asta Beneficenza Tende al mare 2013

«Cose leggere e vaganti» di Tonina Cianca
– Tende al mare 2013 –

Spiaggia libera di Piazza Andrea Costa, 20 giugno – 8 settembre 2013 inaugurazione: giovedì 20 giugno ore 18:30

Si apre giovedì 20 giugno la XVI edizione della rassegna d’arte all’aperto che ogni anno illumina, colora e anima la spiaggia libera di Cesenatico, e che quest’anno è dedicata a Tonina Cianca, una donna e pittrice stimata e amata per la sua creatività, il suo estro, la sua classe. Col suo linguaggio originale – testimone e segno di una vasta cultura figurativa – con il suo segno essenziale, coi toni di un colore sofisticato, coi suoi volti ovali (ripresi dalle singolari e ben note Ovarole) mostrerà cose leggere e vaganti, parlerà di un mare metafisico e di sogni che vorranno librarsi nelle brezze estive.

Le tende al mare 2013 nascono a partire da un quaderno di disegni a pastello ritrovato dai figli Leli e Roberto, che raccoglieva un ciclo dove la stessa Tonina Cianca aveva già disegnato i soggetti, attribuito i titoli, definito una sequenza, coltivando il pensiero di realizzare la “sua” rassegna. A partire da questi bozzetti originali le tende sono state realizzate con stampe su tela, alle quali si è aggiunto l’intervento pittorico e affettuoso del figlio Roberto Nottoli che ha inserito le stampe nel consueto modulo delle tradizionali tende da spiaggia.

Nata a Cesenatico e per qualche tempo attiva a Roma, Tonina Cianca ha esordito nei primi anni ’70 con mostre personali alla Galleria La Bottega di Ravenna e al Circolo Artistico di Bologna nel 1974. Dopo gli iniziali contatti con il cenacolo postrealista cesenate dai mutevoli accenti espressionistici, ha frequentato Tono Zancanaro all’Accademia di Belle Arti di Ravenna. Del maestro padovano Tonina ha fatto propri il piacere del segno libero, con il suo tratto ininterrotto e pur variabile nell’intensità, e del contrappunto della macchia con le sue sapienti scansioni cromatiche, oltre all’interesse per l’antico dal quale si sarebbero poi generati i caratteristici profili ellenistici di certe sue figure e cicli tematici straordinari, come quello delle “ovarole”, figure totemiche d’una antica e mai spenta cultura popolare. Nell’ultimo periodo, caratterizzato da un lavoro appartato e solitario, Tonina Cianca ha scelto di dipingere quasi solo scene d’interno o composizioni domestiche di oggetti e nature morte per lo più ortaggi ed elementi vegetali.

Le Tende al Mare – giunte ai loro sedici anni di età – fanno ormai parte della storia dell’offerta culturale e turistica di Cesenatico, e oltre al pubblico che si imbatte in loro sulla spiaggia, possono contare su un pubblico di affezionati visitatori. È una iniziativa che deve il suo successo alla indubbia originalità di avere voluto far dialogare l’arte, declinata nelle più varie forme – vi sono state edizioni delle tende dedicate a temi, pittori, illustratori, stilisti e case di moda – con il pubblico e nel luogo popolare per eccellenza, la spiaggia, dove si può passeggiare tra queste installazioni all’aperto con costume, cappellino e gelato. Un modo molto informale di incontrare l’arte, ma forse proprio per questo più vivace e disponibile ad autentiche scoperte.

Legato a questo, vi è da sempre anche l’altro aspetto che si vuole sottolineare: l’unione proficua di una iniziativa culturale con un intento benefico: la vendita delle tende finanzierà infatti l’attività delle associazioni di volontariato del territorio.

Da sottolineare anche la dimensione di cordiale e concreta collaborazione che rende possibile la realizzazione delle Tende al Mare, una iniziativa che si appoggia sul lavoro del Servizio Beni Culturali del Comune di Cesenatico, ma che vede come preziosi e indispensabili collaboratori, da sempre, la Cooperativa Esercenti Stabilimenti Balneari, l’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia- Romagna, e la Consulta del Volontariato di Cesenatico, attraverso la quale l’aspetto artistico si accompagna alla solidarietà.

Nota breve su Tonina Cianca pittrice

Il primo ed autorevole giudizio critico sull’opera di Tonina Cianca (nata a Cesenatico e all’inizio, per qualche tempo, attiva a Roma) si deve a Marcello Azzolini, per il quale (siamo all’anno millenovecentosettantaquattro, in occasione della mostra allestita dalla pittrice di Cesenatico al Circolo Artistico di Bologna), l’artista è «certamente degna d’attenzione per il suo lavoro fin lì svolto in piena autonomia d’intenti operativi come pure d’inventiva, dimostrata attraverso personali codici espressivi dell’immagine». E aggiunge Azzolini (riferendosi ad una propensione di gusto per le esperienze simboliste) che «la Cianca sottende ed articola le sembianze oggettuali, in una certa sua misura, attraverso una affascinante solarità di inventare prospettive, aperte ed allontanate da ogni possibile verità tramite ‘linee di fuga’, od attraverso chiusure in grovigli stretti, dai quali nasce un’intimità delle cose persino al limite dell’angoscia, ma sfuggendo sempre a quella verità fisica che le delimiterebbe al ruolo di puri e semplici oggetti».

In effetti, dopo gli iniziali contatti con il cenacolo postrealista cesenate dai mutevoli accenti espressionistici, sul finire degli anni ’60 era stato decisivo per Tonina Cianca un nuovo incontro, quello con Tono Zancanaro (a quel tempo abituale frequentatore della cittadina balneare, ma anche insegnante d’incisione all’Accademia di Belle Arti di Ravenna). Del maestro padovano Tonina aveva frequentato le lezioni nelle aule della Loggetta Lombardesca, facendosi apprezzare al punto da ottenere da lui (solitamente restio a vestire i panni del critico, se non per certe memorabili “autopresentazioni”) una qualche parola scritta per la mostra allestita nel 1971 alla Galleria La Bottega di Ravenna. Con bella intuizione Zancanaro aveva scritto tra l’altro dell’artista che «sicuramente la recente capacità e carica le è venuta tirando segni e linee» e che «in un solo anno di attività incisoria e con l’avvio di poche lezioni tecniche, forte di un suo mondo intensamente sostenuto dalla fantasia, Tonina Cianca presenta un panorama di incisioni e stampe non solo singolari, personali, ma di una preziosità tecnica e di discorso da lasciare poco meno che stupiti».

Ma Tono non ha saputo solo insegnare a Tonina il piacere del segno libero, con il suo tratto ininterrotto e pur variabile nell’intensità, e del contrappunto della macchia con le sue sapienti scansioni cromatiche; ha trasmesso in lei la sua stessa vocazione “mediterranea” e l’interesse per l’antico dal quale si sarebbero poi generati i caratteristici profili ellenistici di certe sue figure, e sprigionata la solarità accecante dei suoi dipinti di paesaggio e natura.

Con il mito la favola ha poi occupato lo spazio inventivo di Tonina Cianca. Qui sono nati e hanno avuto rappresentazione cicli tematici straordinari, come quello delle “ovarole”, figure totemiche d’una antica e mai spenta cultura popolare.
Nell’ultimo periodo, poi, tra “prima e dopo” la mostra di Cesenatico del duemilatrè, Tonina ha scelto di dipingere quasi solo composizioni vegetali; non canoniche “nature morte” (non “vanitas”, insomma), ma vaghe fantasie come certe peperonate in un interno e stati profondi di meditazione in camere con sviste metaforico botaniche: dove vediamo oggi trionfante perfino il piccolo ravanello bianco e rosso, che l’artista ha dipinto e ridipinto con ossessione e come una liberazione fino all’ultimo soffio di vita.

Orlando Piraccini (dal catalogo alla mostra “Cose leggere e vaganti” – tende al mare 2013)

 

Documenti allegati:

Regolamento
Cose Leggere e Vaganti
Comunicato Stampa

20 anni di Consulta

Festa 12 maggio 2013, piazza Andrea Costa, ore 12.00-19.00

 

Quest’anno ricorre il ventennale della Consulta comunale per il Volontariato di Cesenatico. Nata nel 2003 dall’idea della prima Presidente Marisa Zani, passata per i 3 mandati consecutivi di Emanuela Pedulli, che ha trasformato la Consulta nell’importante intermediario del Terzo Settore che tuttora lavora a tutela e rappresentanza delle Associazioni di Volontariato del territorio, fino ad arrivare alla Presidenza di Cristina Novelli e al secondo mandato consecutivo di Roberto Lucchi, che, dal 2010, ne dirige l’Esecutivo.

Dopo le giornate commemorative dei pluriventennali interventi territoriali di CARITAS e Radio Soccorso Cesenatico, anche la Consulta per il Volontariato vuole festeggiare, insieme a volontari e cittadini, primi 20 anni di servizio.

Domenica 12 maggio sarà allestita, in piazza Andrea Costa, una festa dedicata a grandi e piccini. Pranzo e cena romagnoli, dalle 14.00 truccabimbi, palloncini, bolle giganti, favole animate e laboratori per i più piccoli (a cura delle Associazioni Piccolo Mondo e L’Abbraccio); laboratorio di costruzione aquiloni aperto a tutti e spettacolo in volo (a cura di OttimoCielo in favore di A.N.G.L.A.D.); dalle 17.30 musica dal vivo con la band Anima Blues. La merenda è offerta dal Centro Sociale “Anziani Insieme”. La manifestazione si protrarrà dalle 12.00 alle 19.00.

La festa è patrocinata dal Comune di Cesenatico, sostenuta da Coop. Adriatica e realizzata grazie al lavoro gratuito dei volontari delle Associazioni cesenaticensi.

 

Il Segretario, Herbert Poletti

Schermata-2013-05-07-alle-12.15.23

Laboratorio Benessere

Ai nastri di partenza un’iniziativa dedicata alle persone con più di sessant’anni di età e in pensione. Si tratta del Laboratorio Benessere, un percorso coinvolgente, dove fare qualcosa per stare bene, dove imparare a prendersi cura della propria salute sul piano fisico e mentale.

Con la guida di una psicologa e di esperti dell’AUSL di Cesena si entrerà nel vivo di questioni importanti legate all’alimentazione, al movimento e a tutte quelle attività che aiutano a stare bene.

Si inizierà il 29 aprile 2013 alle 17.00 nella sede dell’Associazione di Promozione Sociale L’albero della Vita (Bagnarola, via Almerici n. 8). Ci si ritroverà una volta alla settimana, il martedì pomeriggio per un’ora e mezza, per un totale di dieci appuntamenti. La partecipazione è gratuita e sarà limitata a un massimo di quindici persone.

Per informazioni e iscrizioni si può contattare lo 0547/691695 dalle 9.00 alle 13.00 oppure il 389/1735799 dalle 14.00 alle 18.00. Il laboratorio, viste le numerose preiscrizioni, sarà riproposto in autunno a Sala di Cesenatico.

L’iniziativa è promossa dall’Ass. Amici di Casa Insieme di Mercato Saraceno in stretta collaborazione con l’Ass. L’albero della Vita e gode del patrocinio della Consulta comunale per il Volontariato di Cesenatico, dell’AUSL di Cesena, del Comune di Cesenatico e della Banca di Credito Cooperativo di Sala di Cesenatico.

Laboratorio-Benessere-volantino

Le canzoni dei grandi cantautori

Le canzoni dei grandi cantautori

Serata a sostegno dell’Ass. Italiana Sclerosi Multipla

Venerdì 12 aprile 2013, ore 21.00

Venerdì 12 aprile alle 21.00 (botteghino aperto dalle 19.30), presso il Teatro comunale di Cesenatico, revival de “Le canzoni dei grandi cantautori”.

I successi di Endrigo, Lauzi, Tenco, Vianello, Paoli, Modugno, Dalla, Baglioni, Cocciante, Zero, De Andrè, Martino, Battisti e Gaber saranno presentate dal Coro Terra Promessa, da Antonio Corona, Claudio Buda, Cesare Montanari e Rosanna. Prevista la partecipazione straordinaria del Maestro Benedetto Franco Morri.

L’iniziativa, organizzata dalla locale Consulta del Volontariato in collaborazione con il Quartiere Cittadino E’ Mont, gode del patrocinio del Comune di Cesenatico e del sostegno di Coop. Adriatica, della ditta Sacchetti Lucio e della tipolito Ad Novas.

La serata sarà presentata da Alberto Antolini e le offerte libere raccolte andranno interamente devolute all’A.I.S.M. (Ass. Italiana Sclerosi Multipla). Info: 0547/80414-333/4615438.

 Canzoni dei cantautori