La compagnia teatrale Il Dirigibile torna a scuola

Compagnia OltreBanco OracoliPazienti-attori del Centro Diurno Psichiatrico del Dipartimento Salute Mentale di Forlì e studenti del liceo scientifico statale Enzo Ferrari di Cesenatico, insieme sul palcoscenico. Venerdì 14 ottobre si replica la serata del recente 8 giugno: questa volta in mattinata, ore 10.30, con ingresso libero. La “Compagnia dell’Oltrebanco” – nata dall’incontro fra “Il Dirigibile” e ragazzi e ragazze del liceo – presenterà lo spettacolo Oracoli al Teatro Comunale di Cesenatico.

Lo spettacolo

Frutto del laboratorio teatrale che ha coinvolto, durante l’anno scolastico 2015/2016,  un gruppo di studenti del liceo Ferrari e gli attori de “Il Dirigibile”,  “Oracoli” tenta di creare – attraverso frammenti narrativi e suggestioni surreali – una rete di relazioni tra la dimensione privata, soggettiva e individuale con quella pubblica, oggettiva, collettiva e perfino universale. Una rete come trama di un’improbabile comunicazione tra le nostre origini, il presente che viviamo e quel che potrebbe essere il futuro.

Ad ascoltare e ad accogliere queste istanze individuali sono tre insolite Donne-Oracolo, che non temono di  ribaltare le questioni a loro rivolte, spiazzando il punto di vista comune. Una lucida saggezza concede loro di vedere oltre il desiderio individuale, oltre le circostanze e le aspettative soggettive. Le loro risposte sibilline  azzardano visioni profetiche e denunciano inadeguatezze, contraddizioni e ingiustizie.

Il progetto

L’iniziativa, resa possibile grazie a Consulta Comunale Volontariato di Cesenatico, NIO di Cesenatico (sportello Ass.I.Pro.V.), Patrocinio del Comune di Cesenatico, Coop. Alleanza, e al Liceo Scientifico statale Enzo Ferrari di Cesenatico, rientra nell’ambito della 5° edizione del progetto Un palcoscenico per tutti, promosso dal DSM-DP diretto dal dott. Claudio Ravani, in collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì.

Il percorso ha come obiettivo principale la valorizzazione delle attività di produzione artistica relative alla salute mentale e parte dall’esperienza che il Centro Diurno Psichiatrico (U.O. Psichiatria) coordinato dalla dr.ssa Paola Longhi compie da anni, in collaborazione con gli Istituti Scolastici Superiori del territorio.

Il teatro diventa uno strumento di contrasto all’emarginazione sociale e un’occasione per promuovere una migliore qualità della vita dei pazienti. Nel contempo, i giovani studenti vengono sensibilizzati su un tema sociale rilevante, contribuendo allo sviluppo di una cultura dell’integrazione e dell’emancipazione delle varie “diversità”.

Per l’alto interesse educativo e formativo che il percorso riveste, da anni è inserito tra i progetti di “Educazione alla salute a scuola” promossi dal Dipartimento di Sanità Pubblica della AUSL.

La compagnia teatrale Il Dirigibile torna a scuola

8 giugno 2016

Compagnia OltreBanco OracoliPazienti-attori del Centro Diurno Psichiatrico del Dipartimento Salute Mentale di Forlì e studenti del liceo scientifico statale Enzo Ferrari di Cesenatico, insieme sul palcoscenico. Mercoledì 8 giugno alle ore 21.00, con ingresso libero, la “Compagnia dell’Oltrebanco” – nata dall’incontro fra “Il Dirigibile” e ragazzi e ragazze del liceo – presenterà lo spettacolo Oracoli al Teatro Comunale di Cesenatico.

Lo spettacolo

Frutto del laboratorio teatrale che ha coinvolto, durante l’anno scolastico 2015/2016,  un gruppo di studenti del liceo Ferrari e gli attori de “Il Dirigibile”,  “Oracoli” tenta di creare – attraverso frammenti narrativi e suggestioni surreali – una rete di relazioni tra la dimensione privata, soggettiva e individuale con quella pubblica, oggettiva, collettiva e perfino universale. Una rete come trama di un’improbabile comunicazione tra le nostre origini, il presente che viviamo e quel che potrebbe essere il futuro.

Ad ascoltare e ad accogliere queste istanze individuali sono tre insolite Donne-Oracolo, che non temono di  ribaltare le questioni a loro rivolte, spiazzando il punto di vista comune. Una lucida saggezza concede loro di vedere oltre il desiderio individuale, oltre le circostanze e le aspettative soggettive. Le loro risposte sibilline  azzardano visioni profetiche e denunciano inadeguatezze, contraddizioni e ingiustizie.

Il progetto

L’iniziativa, resa possibile grazie a Consulta Comunale Volontariato di Cesenatico, Nio di Cesenatico, Assiprov Centro Servizi per il volontariato Forlì-Cesena, Patrocinio del Comune di Cesenatico, Coop Adriatica, Ristorante Pizzeria “Il giardinetto” e al Liceo Scientifico statale Enzo Ferrari di Cesenatico, rientra nell’ambito della 5° edizione del progetto Un palcoscenico per tutti, promosso dal DSM-DP diretto dal dott. Claudio Ravani, in collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì.

Il percorso ha come obiettivo principale la valorizzazione delle attività di produzione artistica relative alla salute mentale e parte dall’esperienza che il Centro Diurno Psichiatrico (U.O. Psichiatria) coordinato dalla dr.ssa Paola Longhi compie da anni, in collaborazione con gli Istituti Scolastici Superiori del territorio.

Il teatro diventa uno strumento di contrasto all’emarginazione sociale e un’occasione per promuovere una migliore qualità della vita dei pazienti. Nel contempo, i giovani studenti vengono sensibilizzati su un tema sociale rilevante, contribuendo allo sviluppo di una cultura dell’integrazione e dell’emancipazione delle varie “diversità”.

Per l’alto interesse educativo e formativo che il percorso riveste, da anni è inserito tra i progetti di “Educazione alla salute a scuola” promossi dal Dipartimento di Sanità Pubblica della AUSL.

Cinque anni di teatro e integrazione

Il progetto Un palcoscenico per tutti muove i primi passi nell’anno scolastico 2010/2011 con lo spettacolo Apparire! Apparire! Apparire! presentato assieme agli studenti del liceo classico Gian Battista Morgagni di Forlì, per la regia di Michele Zizzari e del prof. Luigi Impieri. L’esperienza prosegue l’anno scolastico successivo con lo spettacolo Volando sul pregiudizio. Nel 2013, per la 3^ edizione del progetto, è la volta dell’istituto tecnico economico Carlo Matteucci: la Compagnia Il Dirigibile e gli studenti portano in scena lo spettacolo Prometeo liberato, per la regia di Michele Zizzari e del prof. Andrea Soffiantini. Nel 2014, tocca al liceo scientifico Fulcieri Paulucci di Calboli, con Trame Migranti; la regia è di Michele Zizzari e delle prof.sse Raffaella Sintoni e Donatella Missirini.

Quest’anno il sipario si aprirà su Oracoli, a Cesenatico. Alla realizzazione dello spettacolo collaborano come sempre gli operatori del Centro Diurno Psichiatrico: Laura Trolli, Cinzia Tonelli, Franco Tomasini e Rita Ramoscelli.

I coordinatori di riferimento per il liceo scientifico di Cesenatico sono il Preside Giovanni Maria Ghidetti e il Prof. Massimiliano Gallo. Le scenografie, musiche e percussioni sono a cura della stessa Compagnia dell’Oltrebanco.

Info: www.centrodiegofabbri.it/index.php/ausl-teatro/il-progetto

Oracoli

Compagnia Il Dirigibile

Teatro comunale di Cesenatico, 4 dicembre 2015 ore 20.30
Ingresso: offerta libera

OracoliPer il tredicesimo anno consecutivo la Consulta comunale per il Volontariato di Cesenatico, in collaborazione con l’Azienda U.S.L. di Forlì, con il patrocinio del Comune di Cesenatico e il contributo del Centro Servizi di Forlì-Cesena (Ass.I.Pro.V.) e del Ristorante Pizzeria Il Giardinetto, promuove un’iniziativa finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti delle disabilità psichiatriche.

Il Dirigibile è composto da ospiti e staff del Centro Diurno del Dipartimento di Salute Mentale di via Romagnoli di Forlì.

Oracoli rappresenta un’umanità che s’interroga sul futuro, alla luce di un presente problematico, segnato da forti contraddizioni sociali, da un’insoddisfazione esistenziale latente e da serie preoccupazioni ambientali. Questo presente problematico viene espresso da una serie di personaggi che si raccontano in maniera diversa, chi in forma esplicita chi in forma poetica o simbolica. Un presente in netto contrasto con lo spirito delle origini, rappresentato nell’opera da un rito tribale officiato da tre donne sciamano, durante il quale vengono invocati la pioggia e divinità immanenti di diverse civiltà arcaiche.

Un passato contraddistinto da quel legame profondo con la terra e l’ambiente naturale, tra gli individui e le comunità di appartenenza che oggi sembra inesorabilmente smarrito.

Si tratta quindi di una riflessione su cosa e come eravamo, su cosa siamo diventati e su cosa saremo, e anche su cosa faremo per ristabilire un equilibrio ragionevole tra le urgenze collettive e ambientali e le istanze individuali sempre più pressanti, esasperate dall’affermazione personale e da un diffuso senso d’onnipotenza. Oracoli sta per previsione, per invocazione, ma anche per preghiera. Una preghiera per cambiare.

Dopo il rito tribale iniziale il disagio esistenziale del mondo contemporaneo conquista la scena. I personaggi si alternano l’uno all’altro nel tentativo di trovare una risposta o una soluzione alle narrazioni e ai drammi personali, anche ricorrendo alla presunta saggezza delle donne sciamano, diventate intanto strani oracoli. Le risposte delle indovine non sono né rassicuranti né indulgenti, non vendono illusioni, anche quando elargiscono buoni consigli. Le loro osservazioni, dettate dal buon senso e dall’esperienza, fotografano i nostri difetti, quegli atteggiamenti distorti e incoerenti con cui affrontiamo le circostanze della vita. I loro moniti sono sinceri, lucidamente profetici, come i bollettini degli scienziati sullo stato di salute del Pianeta.

Al termine dello spettacolo interpreti, operatori e regista saranno lieti di rispondere alle curiosità del pubblico sul percorso creativo e sui contenuti dell’opera. L’ingresso è a offerta libera e i fondi raccolti verranno devoluti interamente alla Compagnia del Dirigibile per il laboratorio teatrale dell’anno a venire.

Scarica la locandina:

Dirigibile-LOCANDINA-2015